Rejoice rejoice good tidings I bring you – David Hinds a Tenerife

Rejoice rejoice good tidings I bring you…” cantavano i mitici Steel Pulse in “Chant a psalm”. Non avrei mai pensato di poter fare un report di un concerto di David Hinds, e invece lo sto facendo proprio in questo momento, riguardando le foto scattate proprio durante lo show di venerdì 11 novembre, tenutosi all’espacio cultural Aguere (San Cristobal de la Laguna, Tenerife), organizzato da Lava Sound e Ras Kuko.
Ogni buon amante della musica in levare conosce gli Steel Pulse, ma credetemi, un conto è ascoltare le canzoni su youtube, un altro è sentirle dal vivo. Questa è quello che proverò a descrivervi, l’emozione che ho provato ritrovandomi David Hinds a più o meno 20 cm.

David Hinds
La giornata era piovosa, ma non mi importava molto,nperchè quella sera avrei assistito al suo concerto. Mi sentivo come una quindicenne al concerto del proprio idolo: ok si parte. Setto le impostazioni della mia amata reflex e ci siamo, tutto pronto…asta del microfono posizionata al centro del palco accanto ad uno sgabello. Alle spalle una consolle e il dj di Kill Dem Crew dalla Francia che avrebbe accompagnato lo show. Le luci blu confondono un po’, non riesco a capire quante siano le persone presenti, ma poco importa. Sale sul palco Javi di Lava Sound che annuncia l’inizio dello show. Ed eccolo apparire in tutto il suo splendore, un uomo dalla carnagione scurissima come una notte senza luna, in un completino total white, i dread che gli arrivano fino al ginocchio, ha in mano una chitarra acustica, e avvicinandosi al microfono saluta sorridendo tutti i presenti. Scansa subito lo sgabello (secondo me avrà pensato “ma perchè sta seggiola quà.. mica son vecchio”) e inizia subito lo show con una delle mie canzoni preferite, “Chant a psalm” in versione acustica. Durante primi cinque minuti dovevo ancora realizzare il fatto di trovarmi davanti a un uomo che, assieme agli Steel Pulse, ha apportato un enorme contributo alla musica reggae. Finita la prima canzone, David sposta pure l’asta del microfono, quì ha inizio il vero show, posa la chitarra e via con “Roller Skates”e “Your House”. Siamo a circa metà concerto, quando David decide di uscire ma torna dopo una breve pausa. Eccolo che risale sul palco accompagnato dalla base di uno dei più grandi successi degli Steel Pulse, parlo proprio di “Steppin Out”. Ovviamente partono i cori e gli applausi che accompagnano la sua performance.

Lo show è durato circa un’ora e mezza…un’ora e mezza di bassi allo stomaco e vibrazioni che solo chi ama la musica in levare può comprendere e sentire, soprattutto se ti trovi davanti a un artista importante. Spero di esser riuscita a trasmettervi, tramite questo breve report, almeno una parte delle emozioni che ho provato io. Ne ho visti di concerti in vita mia, ognuno di questi mi ha lasciato qualcosa; alla lista dei più belli sicuramente inserirò anche quello di venerdì scorso.
Peace and Love

Elena Signorello


Photo credits: Elena Signorello for Reggaeradio.it

Video credits: Javadub for Lava Sound / IG: dubjava

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *