Reggaeradio.it meets Bim One outta Japan

Durante il suo ultimo viaggio in Giappone (LEGGI QUI), Jacopo Rudebwoy ha intervistato il sound giapponese Bim One, molto attivo sulla scena in questo momento anche per la vicinanza alle sonorità Mungo’sLoro sono 1TA e e-mura, producono e fanno musica con il sound a Tokyo dal 2014, concentrandosi soprattutto su riddim reggae e dub.

RR: La sound system culture in Giappone sta crescendo parecchio. Come descrivereste la scena reggae/dancehall nel vostro paese?

B1: I sound system stanno spaccando. Ci sono party tutti i fine settimana. Roba roots, dub, bashment… il problema sta tutto nelle leggi e nella polizia. Ogni volta la sfida maggiore è quella di trovare il posto adatto, senza dover ogni volta finire nei guai e peggiora di anno in anno.
Sicuramente la scena reggae giapponese è in via di evoluzione, ma secondo noi il dub lo sarà ancora di più. In questo momento è possibile vedere un pubblico eterogeneo riunito in serate dub.
E questa è una figata.

RR: Come e quando avete iniziato a interessarvi alla cultura giamaicana?

B1: Abbiamo lavorato in un negozio di dischi reggae per otto anni, senza contare che e-mura sono quasi vent’anni che gestisce il sound. Come Dj siamo stati influenzati dal rap, ragga, dancehall, elettronica… ci hanno segnato gli anni ’90 visto che ci siamo cresciuti in mezzo.

RR: Quanto è importante nelle vostre produzioni il roots e il rub a dub e quanto la dancehall moderna?

B1: Per noi la quotidianità qui a Tokyo è fatta di tutti questi suoni. Sono il nostro cuore, il nostro corpo. Ascoltiamo qualsiasi genere all’interno di questa musica e non ci facciamo mancare le ultime fresh tune. Un grande che ci ha influenzato a valutare e apprezzare ogni genere è sicuramente TOCCI di eastaudio.inc, veteran sound.  Per noi è importante la qualità, non il genere, la qualità del suono e della vibra. Senza dimenticare le origini profonde di questa cultura musicale.

RR: Avete collaborato con numerosi artisti internazionali fin da subito. Quale vi ha colpito maggiormente? Ci sono avventure pazze su qualche featuring?

B1: Tutti, sono stati tutti dei grandi e con qualsiasi collaborazione ci siamo divertiti. Siamo onorati di aver lavorato con questi artisti.

RR: Quali sono i progetti per il futuro di Bim One? Cosa bolle in pentola?

B1: A febbraio rilasciamo un progetto con OBF e Shanti D. 7′ in vinile con una copertina disegnata da Kazy Usclef, l’artista che lavora con i Stand High Patrol. Faremo un po’ di musica con Dubkasm, con l’etichetta Riddim Chango, in primavera.

RR: Quando ero in Giappone ho speso un sacco di soldi in dischi… Voi ne avete di negozi preferiti da poter consigliare?

B1: Se volete roba di qualità in tema reggae ovviamente vi consiglio Reggae Shop Nat, Dub Store, Coco Isle, Drum ‘n’ Bass e Disk Union. Anche Disc Shop Zero non è male. Non ci piace comprare i dischi online, meglio farsi un giro nel quartiere e trovare una dimensione personale.

RR: Ci sono artisti con cui vorreste assolutamente collaborare? Qualche suggerimento per chi ascolta dall’Italia?

B1: Noi vorremmo lavorare con tutti. Siamo sempre in contatto con ottimi singer e dj. Attualmente, per noi sarebbe il massimo poter fare qualcosa con Rudy Lee. E ovviamente stringere il legame con i cantanti giamaicani. But only jah knows everything, we leave it up to guidance!

RR: Se qualcuno di noi cercasse buona musica e una bella yard a Tokyo, dove lo mandiamo?

B1: Difficile a dirsi. Noi spostiamo il sound di continuo. C’è un bel party a Yokohama, il Reggae-Ya e il BS0 dove partecipiamo anche noi circa due volte l’anno.

RR: Dove vi possiamo trovare per saperne di più di Bim One?

B1: Siamo sui social, Soundcloud e il nostro sito internet… un po’ ovunque!

 

 

Thanks to Ichi for this interview and pictures, bless.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Jacopo Rudeboy

Personaggio sinistro particolarmente cinico e scostante. Ha iniziato in radio con un il format Rudeboy Salute su Burger Radio portando il reggae in una radio rap per poi finire a Rasta Radio a portare il rap in una radio reggae. Anarchico, sboccato, streight outta Lambrangeles, è arrivato insieme al suo compare Duke The Nightwalker alla 3 stagione di Flatbush su ReggaeRadio.it, l’unico programma radio ascoltato sia dai rasta che dalle gang salvadoregne. Per la redazione scrive di donne con la rubrica Gyal Powder oltre che altri eventi vari quando non è in giro a fare danni con qualche altro spostato. Hunter Thompson ha detto di lui… proprio niente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *