Marley Brand: prodotti e immagini legati al nome del King

Avrete visto tutti la faccia di Bob Marley su decine di prodotti diversi: magliette, bandiere, cappellini, accendini, cover per cellulari, tazze, cartine, tavole da snowboard,  costumi da bagno e la lista potrebbe andare avanti all’infinito. Come per l’immagine di Che Guevara, la faccia di Marley è diventata di per sé un brand, facilmente riconoscibile e di immediata identificazione per tutti, appassionati veri e fan casuali (tipo quelli che pensano che Don’t Worry Be Happy sia sua, fatevene una ragione non lo è!).

Non ci occuperemo però qui degli oggetti più strani su cui è stata messa la faccia di Bob, ma dei prodotti “veri” che portano il nome del re del reggae, e che sono a vario titolo legati alla famiglia e agli eredi di Marley.

Caffè

Uno dei primi prodotti su cui la famiglia Marley ha investito è il caffè. Tra i fondatori di Marley Coffee c’è Rohan Marley, uno dei pochi figli di Bob che ha scelto di non intraprendere una carriera nella musica e noto alle cronache per essere stato compagno di Lauryn Hill, con cui ha avuto 5 figli.

La Marley Coffee fattura oggi 10 milioni di dollari all’anno, un risultato alquanto inaspettato visto che a quanto ammette lo stesso Rohan, lui di caffè non sapeva assolutamente nulla. Solo dopo aver investito un’enorme quantità di soldi su un grande appezzamento di terreno nelle splendide Blue Mountains giamaicane ha scoperto che in quell’area veniva coltivato caffè di primissima qualità da moltissime generazioni.

Da quella scoperta alla produzione su larga scala di caffè il passo è stato però fatto abbastanza lentamente, ci sono venuti ben 7 anni: dapprima la compagnia ha deciso di produrre esclusivamente caffè senza aggiunta di alcun additivo chimico e di raddoppiare lo stipendio a tutti i coltivatori di caffè, poi un viaggio in Etiopia ha stimolato l’idea di avere caffè non solo giamaicano ma da differenti parti del mondo.

I’m a Rasta man, and Rasta men don’t drink coffee. But I walked into the monastery and the first thing I saw was coffee trees, and I was laughing to myself. I came to a realization that this is a monastery, so it doesn’t get holier than this. Whatever I see here, it has to be right – Rohan Marley

Una grande parte della comunicazione della Marley Coffee è legata alla sua attenzione per i coltivatori e alla sua sostenibilità ambientale, ed è oggi un vero e proprio impero economico. Il caffè è in vendita in Canada, Stati Uniti, Messico, Colombia, Chile e Corea del Sud e promette di espandersi sempre più a livello mondiale.

Per i nomi dei diversi tipi di caffè si è scelto di legarsi alle canzoni di Bob Marley: potrete quindi iniziare le vostre giornate con una buona tazza di extra-dark Buffalo Soldier o di puro One Love direttamente dalle colline etiopi.

 

House of Marley audio equipments

Altro prodotto dietro cui si cela la regia di Rohan Marley è la linea di prodotti audio House of Marley. La compagnia produce principalmente casse e cuffie e la sua comunicazione punta tutto sul presentare un suono di altissima qualità legata ad una produzione eco-friendly e che strizza l’occhio al sociale.

I prodotti devono portare a chi ascolta il Marley “Signature Sound” e hanno di conseguenza tutti nomi che rimandano alle sue canzoni, dalle cuffie Positive Vibration agli auricolari Smile Jamaica fino agli impianti stereo Get Up Stand Up e Chant.

La parte attenta al sociale è rappresentata dalla partnership di House of Marley con 1Love, l’organizzazione umanitaria creata dai figli e presentata in questo video da Cedella.

Marijuana

Tra tutti i prodotti Marley quello che ha sicuramente fatto più rumore è Marley Natural, il brand di marijuana recentemente messo in vendita in California e altri stati americani.

La compagnia che produce la marijuana è la Privateer Holding con sede a Seattle, che ha ottenuto una licenza trentennale dalla famiglia Marley per investire e produrre nel settore.

Questa scelta della famiglia Marley ha suscitato grandi critiche in Giamaica. L’idea che Bob potesse venir trasformato da una compagnia americana nel Marlboro Man della Marijuana  senza peraltro far fluire sull’isola nemmeno una piccola parte dell’enorme flusso di denaro che è destinata a smuovere non è piaciuta a molti. Tra i più critici c’è Bunny Wailer che, intervistato dal Jamaica Gleaner, ha spiegato che solo una compagnia giamaicana, con coltivatori e investitori dell’isola dovrebbe portare questo nome in giro per il mondo.

Marley Natural ha per ora prodotto quattro tipi di cannabis, Green, Red, Gold e Black.

Le quattro erbe si diversificano per qualità, Sativa (Gold), Ibrida (Green), ricca di cannabidiolo (Red) e Indica (Black), quest’ultima suggerita dalla stessa compagnia per un uso notturno in quanto molto rilassante.

Photo credits: Courtesy of House of Marley, Marley Natural, Marley Coffee

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Federico Di Puma

Federico Di Puma è nato a Milano nel 1988. Ha una laurea in Storia Indiana e negli ultimi tre anni ha passato almeno tre mesi in India ogni anno. Compra spesso dischi di artisti che non ha mai sentito nominare, qualcuno di questi a volte è addirittura bello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *