L’incontro di generi con gli Skassapunka – Podcast

Ad Ital Vybz si è sempre strizzato l’occhio ad uno dei generi più importanti e foundation della musica giamaicana, ovvero lo ska e questa settimana ne abbiamo parlato in modo approfondito con una delle band rivelazione del panorama nazionale. Gli Skassapunka nascono nel 2008 e da allora sono stati attivi sia come band live che nella crescita artistica sotto l’aspetto della produzione e della parte autoriale.

In questa puntata Depa ospita Fulvio, voce del gruppo, venuto a presentare il terzo album “Rudes Against” pubblicato il primo febbraio 2017 per l’etichetta KOB RECORDS e conferma la maturità raggiunta: “l’album è stato fatto senza freni e abbiamo riscontrato tanto entusiasmo dai primi live.” Dei 16 brani presenti nel disco, Fulvio cita il brano “il Pianto dell’Asino” del quale ci racconta essere quello sul quale ha puntato di più per musica e tematica.

Il primo brano scritto da Fulvio in questo album è “Nostra” di cui dice: “è una canzone ispirata ad una associazione, Costa Nostra, che si impegna nella pulizia delle spiagge, la canzone parla della difesa dell’ambiente…” e non manca un accenno alle origini :“siamo vicini ai 10 anni e all’inizio essendo tutti vicini al genere Ska-Punk avevamo voglia di divertirci, dalla prima band sono cambiati diversi componenti… oggi siamo rimasti solo io e il batterista…”

L’intervista si chiude con il racconto di una delle collaborazioni presenti nel disco; Echo in collaborazione con Teo dei Rootical Foundation “è una canzone che ha nel ritornello la sua svolta, non lo senti che soffia il vento… uno dei temi che vogliamo portare in questo album è essere comunque parte della storia e avere in mano delle potenzialità che a volte ci dimentichiamo di avere…”

Chiara Nacchia

Chiara fa parte della famiglia di Sbeberz ormai da qualche anno. Coordinatrice della redazione, autrice di Island Pop e parte dello staff organizzativo di Reggaeradio, sa tutto quello che succede sull'Isola in tempo quasi reale. Dancehall lover to di bone, pseudo germanista e con background in politologia, può essere rintracciata a spasso per Berlino o mentre legge "Tell Me Pastor" sul Jamaica Star online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *