Welcome to the In.Digg.Nation Camp: Ziah e Lila Iké sono i giovani artisti che vi consiglia Protoje

A distanza di un anno dall’uscita del suo EP Royalty Free, e mentre lavora alla promozione del singolo ‘Blood Money’ che ci condurrà dritti dritti al nuovo album, Protoje è ben lontano dal pensare solamente alla sua carriera. Tra i volti più importanti della nuova generazione del reggae, il capo dell’In.Digg.Nation Collective sta creando uno spazio per le nuove voci dell’isola.

Chi segue le sue pagine l’avrà già capito: l’etichetta di Diggy, come lo chiamano gli amici, sta diventando un camp ricco di talenti. Sevana era solo il primo dei nomi che Protoje voleva presentare al mondo. Negli ultimi mesi però altri due giovani artisti hanno cominciato a spingere i loro primi lavori per l’etichetta. Stiamo parlando di Lila Iké e Ziah, che rispettivamente con ‘Biggest Fan’ e ‘Streets’ stanno facendo partire la loro promozione.

Lila la conoscete e se non la conoscete, dovete guardare questo:

 Ziah non lo conoscete ma avete già ascoltato il suo violino in ‘Come My Way’ (The 8 Year Affair):

Lila Iké si presenta più volentieri con il suo pseudonimo che con il vero nome. La giovane voce di Manchester ha da pochissimo fatto uscire una ode dedicata a sua madre, ‘Biggest Fan’, che a quanto pare non la voleva nel music business mentre ora è la sua prima supporter. Versatile, decisa e un po’ tough, Lila ha la voce di un angelo e lo sguardo di chi non ama i commenti non richiesti. Dei consigli di Protoje però ne fa tesoro, ed è proprio con lui che ha cominciato a lavorare professionalmente alla sua musica, dopo essersi fatta le ossa come autodidatta.

Lila si era già fatta notare nella produzione tedesca di Foresta, ‘Believe’ con Royal Blu, e già in quell’occasione era splendida nei visuals girati a Kingston. Ora aspettiamo il suo EP e la sua presenza con Protoje, che ha promesso di portarla in Europa per i festival del prossimo anno.

Anche Ziah ha dedicato il suo primo singolo alla genitorialità anche se in toni diversi. ‘Streets’ parla del ruolo della famiglia nello sviluppo dei giovani e racconta di sua nonna, molto spesso figura principale nella struttura familiare giamaicana. Sean ‘Ziah’ Roberts arriva da St. Catherine, stessa parish in cui è cresciuto Protoje. Polistrumentista e vocalist, ha completamente prodotto il suo primo singolo, suonando tutti gli strumenti su questo pezzo scritto da lui stesso e musicalmente fortemente ispirato dai Black Uhuru.

Avendo poche informazioni su di lui ho cercato di avvicinarmi alla sua personalità e arte come si fa nel giornalismo contemporaneo: ovvero via IG. Gli piace suonare la chitarra e cantare, cimentarsi al violino e l’hockey sull’erba. So che è poco ma a breve Reggaeradio.it ne saprà di più. Stay tuned!

Photo Credits: @LilaIkeJA & Sean Ziah Roberts

Chiara Nacchia

Chiara fa parte della famiglia di Sbeberz ormai da qualche anno. Coordinatrice della redazione, autrice di Island Pop e parte dello staff organizzativo di Reggaeradio, sa tutto quello che succede sull'Isola in tempo quasi reale. Dancehall lover to di bone, pseudo germanista e con background in politologia, può essere rintracciata a spasso per Berlino o mentre legge "Tell Me Pastor" sul Jamaica Star online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *