Yuh need the one deh pon your playlist – Reggaeradio.it incontra Lila Iké

Sembra ieri che stavamo qui a filosofare dei Reggae Revival. L’entusiasmo e la creatività di quei giorni è ancora presente così come i suoi protagonisti che sono cresciuti diventando role models per una nuova generazione di artisti. Sì lo so che ci sentiamo vecchi, ma è già di nuova generazione che dobbiamo parlare: lentamente si stanno palesando ai miei occhi talenti come Runkus (e la sua grande OldSkl Band), Royal Blu, BlVk H3ro e tutta la ventata di aria fresca che si sta propagando attorno a Kingston.

Probabilmente la maniera più evidente con cui ho realizzato ciò è stato quando sono venuta a contatto con l’In.digg.nation Camp, la nuova generazione di artisti su cui scommette Protoje. E se mi piace parlare di young talents, lo faccio con ancora più piacere quando si tratta di ragazze. Lile Ikè arriva da Christiana, Manchester e l’avevo già introdotta qualche mese fa.

Dopo una seria di appuntamenti e riorganizzazioni via whatsapp, ho avuto la possibilità di parlare direttamente con lei via Skype. Il perfetto incontro tra la sua voce dolce e il suo essere una piacevole interlocutrice, mi ha fatto conoscere una ragazza del country che è andata a Kingston con la scusa di studiare quando il suo vero obiettivo era chiaramente quello di poter fare ciò che amava a livello professionale.

Abbiamo parlato delle prime collaborazioni e di come ha conosciuto Protoje, della stima per gli altri giovani artisti giamaicani, del suo amore per il soul e di quanto stia investendo nel suo primo EP con cui spera “di non deludere”.

“Volevo che il mio primo singolo fosse una storia per spiegare perché e come sono finita a fare musica, il mio viaggio. E volevo anche che servisse di ispirazione ad altri giovani che magari stanno andando attraverso la stessa situazione, che hanno un sogno che vogliono rendere realtà ma non vengono supportati dai loro genitori”, mi spiega così come è arrivata a scrivere Biggest Fan, il primo singolo uscito su Indiggnation. Mi ha raccontato di come sua mamma inizialmente non accettasse il suo piano di trasferirsi in città ma ora, come dice nella sua canzone, è la sua prima sostenitrice. Un paio di giorni dopo la nostra chiacchierata è uscita anche la versione dub.

L’EP uscirà probabilmente all’inizio del 2018 ma a breve verranno sicuramente presentati altri singoli. Lila prende la musica molto seriamente, si impegna, ha ottime doti da songwriter, vuole crescere e vede in Protoje un vero mentore. Il suo sogno è di continuare gli studi all’Edna Manley College of the Visual and Performing Arts. Con ogni probabilità la vedremo sui palchi del prossimo summer tour di Protoje e per quella volta sono sicura che ci saranno tanti nuovi fan a supportarla.

Alla fine dell’intervista mi ringrazia e ragiona sulla forza della musica che porta una ragazza di Christiana sul portale radio di un paese che non ha mai visitato e non sa come sia fatto. Lila, lo saprai presto.

Photo Credits: Nickii Kane

Chiara Nacchia

Chiara fa parte della famiglia di Sbeberz ormai da qualche anno. Coordinatrice della redazione, autrice di Island Pop e parte dello staff organizzativo di Reggaeradio, sa tutto quello che succede sull'Isola in tempo quasi reale. Dancehall lover to di bone, pseudo germanista e con background in politologia, può essere rintracciata a spasso per Berlino o mentre legge "Tell Me Pastor" sul Jamaica Star online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *