Shot #14: Goodmorning Worldwide

Dunque, stavo guardando gli eventi del nuovo spazio Civico Zero vicino al Ticino e notavo che giusto oggi ci sarà ospite un dj di spessore del calibro di DJ Ghost. Champion DMC, DJ Ghost sarà anche giudice dell’omonimo contest che decreterà almeno a livello nazionale il migliore tra i turntablist nostrani. E se si parla di DMC, di turntablism, scratch e storia dell’hip hop ovviamente non si può non pensare allo storico collettivo Alien Army. Proprio da pochissimo, infatti, il team di dj e producer ha diffuso un nuovo disco decisamente infuocato e che risulta essere perfetto per la polvere da sparo del nostri #trigger, la rubrica che ogni mese sceglie due dischi particolarmente interessanti, commentati con gli artisti stessi. E per il finale di maggio, abbiamo scelto appunto Goodmorning Worldwide.

Grazie al collettivo Alien Army per il vostro tempo qui su Trigger!
Il disco è uscito il 4 maggio e ha una carica che richiama un’epoca d’oro del hip hop old school, rinfrescata da produzioni moderne con artisti poco inclini al mainstream.
Come è nato il progetto e quali ispirazioni ci sono alla base?

Il concetto di Alien Army è di non ispirarsi ad altri e di non seguire quello che succede nel quotidiano panorama musicale, i nostri album sono da sempre considerati “prodotti visionari”, questo nuovo progetto aveva la missione semplicemente di portare una ventata di freschezza e qualità musicale, unendo gli sforzi di svariati artisti
La nostra radice risiede nel più puro HH e da sempre Alien Army è stata la colonna sonora per ballerini, MCs e comunque un viaggio per sognatori stradali.

Goodmorning worldwide è uno splendido titolo e si riflette bene anche con la scelta dell’aquila che vola nel cielo. Sembra quasi un messaggio di aria nuova in una scena un po’ troppo acida. Cosa manca all’hip hop attualmente dal vostro punto di vista?

All’Hip Hop manca il coraggio, la voglia di mettersi in discussione, la voglia di rischiare, c’è una paura installata dai media e dall’audience di uscire da canoni prestabiliti . La digitalizzazione del consenso ha imboccato una strada strana, la gente dovrebbe prendersi un po’ meno sul serio e pensare laddove possibile alla musica e non all’apparenza della stessa.
Dall’altro canto esistono ancora le radio che tengono la musica e la cultura in ostaggio ingrassandosi su ogni porcata e controsenso artistico che c’è là fuori. Con GMW abbiamo dato un chiaro esempio di come un team di Dj – turntablist e producers possa spaziare nella musica senza perdere stile e qualità, abbiamo unito talenti diversi sotto uno stesso tetto e riportato un livello altissimo nella registrazione.
Tra i vari produttori, oltre a me (Skizo), c’è Chryverde, Mandrayq, 5L, al mixaggio Andrea Guarinoni e poi tutto lo staff di Waamoz che ci guidati verso una esperienza di relax durante le registrazioni.

Tra i vari artisti coinvolti c’è anche una tune con Forelock a dare un bel sapore dub alla faccenda. Quindi nel vostro percorso musicale c’è anche reggae music e sound system culture?

Assolutamente, da sempre siamo legati all suono dub, riteniamo questo mondo estremamente innovativo per espressione sonora e impatto in db. Forelock ci ha omaggiati di questa splendida track Come Fi Murda impreziosita da Moder, sin da subito abbiamo avuto la sensazione di aver fatto un passo avanti con questa produzione.

Noi chiamiamo #trigger questa rubrica perché scegliamo pallottole musicali tra i dischi usciti da poco. Ma sicuramente il trigger più caldo è quello di veterani come voi, per questo vi chiedo… Quali sono i cinque dischi brand new che ci potete consigliare?

Yakamoto Kotzuga – Yor smell

Photek – Seven Samurai

Slaine – Devils bandit

Lady Leshurr – Black panther

Rockness Monstah – GW Bag

Come si svilupperà la promozione del disco ora che è uscito? Quali sono i vostri progetti imminenti?
Ci sono tour e date già confermate?

A giugno registriamo un paio di video tratti dal disco appena uscito e stiamo organizzandoci al meglio sul lato promozione.
Il nostro primo live sarà in occasione delle finali italiane DMC a Pavia.
Il 23 Giugno nel frattempo saremo già in studio di registrazione per un mega prodotto che spettinerà molte teste.

 

Next shots? Il cannone musicale si ricarica il mese prossimo!

Jacopo Rudeboy

Personaggio sinistro particolarmente cinico e scostante. Ha iniziato in radio con un il format Rudeboy Salute su Burger Radio portando il reggae in una radio rap per poi finire a Rasta Radio a portare il rap in una radio reggae. Anarchico, sboccato, streight outta Lambrangeles, è arrivato insieme al suo compare Duke The Nightwalker alla 3 stagione di Flatbush su ReggaeRadio.it, l’unico programma radio ascoltato sia dai rasta che dalle gang salvadoregne. Per la redazione scrive di donne con la rubrica Gyal Powder oltre che altri eventi vari quando non è in giro a fare danni con qualche altro spostato. Hunter Thompson ha detto di lui… proprio niente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *