Natty in London – Reggaeradio.it incontra Royal Sounds al Rototom Sunsplash 2018

Mentre in Giamaica impazzava il cosiddetto “Reggae Revival”, e i giovani artisti reggae dell’isola volevano e imponevano il ritorno delle band nel panorama internazionale, la Gran Bretagna lasciava i fan del roots reggae a bocca asciutta, senza proporre nulla di nuovo dalla tradizione musicale della più grande e produttiva diaspora giamaicana.

Nel seguire con attenzione le hit dancehall, afrobeats, grime, hip hop e fusion arrivare da Londra, era praticamente impossibile localizzare qualcosa di interessante nel genere reggae a meno che non si guardasse ai nomi storici e consacrati della scena. Se si esclude Randy Valentine (che comunque non appartiene a II o III generazione e non ha una band alle sue spalle) e Chris Ellis, molti avrebbero difficoltà a fare un nome non proveniente dal mondo della dancehall. Probabilmente non si tratta solo di trovare qualcosa di valido nelle nuove generazioni, allontanatesi spesso dalla cultura musicale di genitori e nonni, ma anche di farle arrivare all’Europa continentale con un progetto completo.

A ottobre 2017 una band di Londra chiamata Royal Sounds ha fatto uscire il primo album ‘Burning Inspiration’ per Sugar Shack Records colpendo la mia attenzione con il singolo e relativo video Message Music.

Facendo della ricerche, è stato facile scoprire che la formazione aveva qualche anno di esperienza alle spalle e che è legata a Ras Alkebu, membro di una band storica del roots reggae londinese, i Royal Rasses ovvero la band di Prince Lincoln Thompson. Gyasi, Ajani, Hannibal e Ras Sempah sono nati e cresciuti a Londra e non lo nascondono: il loro accento British è evidente tanto quanto l’amore per la Giamaica e per l’Africa, di cui mi raccontano nel backstage del Lion Stage, il primo giorno di Rototom. Sono cresciuti in famiglie rasta e ripropongono la cultura nella loro musica.

In tutta onestà, il loro primo album non è sicuramente il lavoro della maturità ma ha delle tracce molte fighe e fresh: No Amnesia, Natty in London, Vampire Slayer e la già citata Messagge Music sono musicalmente e liricalmente catchy e originali.

La parte esclusiva dei loro live è rappresentata dal fatto che lo show ha due vocalist: Ras Sempah che si dedica alle parti cantate mentre Hannibal dà lo stile e si cimenta in un groovy DJ style. La loro presenza sul palco è omogenea e coinvolgente e lo spazio per crescere non può che renderli una della band reggae più interessanti della nuova scena UK.

Consapevole della mia ignoranza chiedo a loro quali siano gli artisti da tenere sott’occhio nel loro Paese. Non si fanno mancare di consigliare Randy Valentine (che Reggaeradio.it ha già intervistato in passato) e una performer di nome Empress Imani.

Per chi voglia approfondire la conoscenza di Royal Sounds, una breve intervista è sul nostro canale mixcloud, nell’attesa di reincontrarli per un reasoning più approfondito.

Chiara Nacchia

Chiara fa parte della famiglia di Sbeberz ormai da qualche anno. Coordinatrice della redazione, autrice di Island Pop e parte dello staff organizzativo di Reggaeradio, sa tutto quello che succede sull'Isola in tempo quasi reale. Dancehall lover to di bone, pseudo germanista e con background in politologia, può essere rintracciata a spasso per Berlino o mentre legge "Tell Me Pastor" sul Jamaica Star online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *