Leon Bailey vestirà finalmente la maglia dei Reggae Boyz

La stampa internazionale ha annunciato questa mattina che il talento del Bayer 04 Leverkusen, Leon Bailey, giocherà finalmente per la nazionale di calcio giamaicana. Il centrocampista è infatti nato e cresciuto in Giamaica (Cassava Piece, Kingston) ma, per difficoltà insorte tra il suo management e la Jamaica Football Federation (JFF), il suo posto in nazionale non sembrava scontato.

Bailey aveva vestito la maglia giamaicana solo in occasione di un’amichevole under-23 nel 2015. La sua carriera è sempre stata focalizzata sull’Europa. Dopo vari club minori, aveva firmato prima al K.R.C. Genk (Belgio) e poi nella Bundesliga, dove tutt’ora gioca smentendo rumors estivi che lo volevano alla Roma o al Chelsea per questa stagione.

La questione riguardante il talento di Kingston aveva scatenato talmente tante polemiche in patria che la storia a primavera era finita sul New York Times. La diatriba però non riguardava direttamente il ventenne ma piuttosto il suo manager e padre adottivo Craig Butler e la JFF. Sui motivi del diverbio tante sono state le speculazioni ma poche le conferme. Butler è il fondatore della scuola di calcio Phoenix Academy, il cui duro lavoro ha portato sui campi europei non solo Leon ma anche il figlio Kyle Butler che ha firmato quest’anno per il Lask Linz.

Il ventaglio di possibilità discusse in passato aveva dato da pensare che il giocatore avrebbe potuto vestire la maglia dell’Inghilterra, della Germania o del Belgio. La questione sembra risolta e l’esordio dovrebbe avere luogo già il 14 ottobre contro Bonaire in CONCACAF.

 

Photo credits: Wikimedia Commons / Fuguito, CC BY-SA 4.0

 

Chiara Nacchia

Chiara fa parte della famiglia di Sbeberz ormai da qualche anno. Coordinatrice della redazione, autrice di Island Pop e parte dello staff organizzativo di Reggaeradio, sa tutto quello che succede sull'Isola in tempo quasi reale. Dancehall lover to di bone, pseudo germanista e con background in politologia, può essere rintracciata a spasso per Berlino o mentre legge "Tell Me Pastor" sul Jamaica Star online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *